Concorsi pubblici APSS: anche stavolta avevamo visto giusto

concorsi pubblici apss

Chi ha modo di seguire l’operato del Movimento 5 Stelle avrà compreso che nostra particolare cura sia il presidiare l’ambito dei concorsi. A tal riguardo crediamo che il concorso pubblico sia lo strumento cardine per accedere agli impieghi presso la pubblica amministrazione.

Ad ottobre ci siamo occupati di un concorso bandito per l’Unità Operativa di chirurgia vascolare (leggi qui). Dai nostri approfondimenti emergeva che la vincitrice fosse la moglie dello stesso direttore del reparto. Martedì la risposta dell’assessore Zeni ha confermato la fondatezza delle nostre perplessità e, sebbene il suo intento fosse quello di rassicurarci, egli ha per converso prodotto l’effetto di farci preoccupare ancora di più.

Cosa era successo nello specifico? Il componente della commissione delegato dal primario-marito non si era presentato alla data della selezione. Zeni questa anomalia non la chiarisce ed anzi si omette di dichiarare che l’assenza del “componente esperto” avrebbe dovuto comportare la revoca immediata della selezione che invece si è regolarmente svolta.

Zeni ci spiega che la delega a far parte della commissione effettuata dal direttore dell’U.O. era da considerarsi priva di effetti. A questo punto il problema diventa capire come mai l’APSS si sia accorta dell’incompatibilità solo dopo aver bandito la selezione e composto la commissione. E infine capire perché il direttore non abbia segnalato l’incompatibilità.

 


DETTAGLI DELL’INIZIATIVA

Leggi la risposta dell’Assessore Zeni alla nostra interrogazione >>> cliccando qui <<<
Leggi la notizia sul sito ufficiale del Movimento 5 Stelle >>> cliccando qui <<<
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: