Non ho mai fatto riferimento a ipotesi di concorsi pilotati o truccati in APSS

concorsi apss medicina sostituti direttori

La vicenda dei concorsi e delle selezioni pubbliche con vincitori già noti in Provincia e presso l’APSS merita un supplemento di attenzione. Non ho mai fatto riferimento a ipotesi di concorsi pilotati o truccati, termini che, per rispetto anche di chi lavora dietro le quinte e cura le fasi istruttorie dei procedimenti, ritengo fuori luogo.

Per quanto concerne la Provincia la situazione è conseguenza della prassi di nominare sostituti direttori per periodi anche prolungati e di bandire concorsi senza la previsione di idonei. Nel caso dell’Apss invece dalla relativa esiguità di partecipanti ad alcune selezioni.

Proprio per superare il rischio di illazioni e per riportare il confronto nell’alveo che gli compete, recentemente il Consiglio provinciale, su iniziativa del M5s, ha approvato due proposte. In Provincia si dovrebbero istituire graduatorie di idonei abbandonando la pratica di prevedere solo il vincitore (leggi qui). Per l’ambito sanitario invece si chiede di rivedere il sistema del numero chiuso per l’accesso alle facoltà di medicina, iniziativa che, confluita anche nel contratto di governo, dovrebbe portare nel tempo a ridimensionare il problema della scarsità di candidati (leggi qui).