Polo giudiziario di Trento tra favole, realtà e costi

Nella vicenda del Nuovo Polo giudiziario di Trento le ragioni per pavoneggiarsi proprio non esistono e i punti da chiarire, soprattutto con riferimento alle spese finora sostenute, sono numerosi.

Nel 2011 (aprile) la Provincia assegna la progettazione definitiva ed esecutiva del Nuovo Polo Giudiziario di Trento. Il costo dell’intervento previsto è di 112 milioni di euro e naturalmente l’incarico viene assegnato all’esterno (per quasi 6 milioni) con l’esilarante (oggi) giustificazione secondo cui “l’Amministrazione provinciale non ha al proprio interno personale qualificato e disponibile… stante la gravosa mole di incombenze in capo al Progetto speciale Grandi opere civili – Nuovo Ospedale del Trentino”.

Cinque mesi dopo (settembre 2011) la Provincia approva il progetto esecutivo “riguardante la realizzazione del Nuovo Polo giudiziario”. La Provincia era sicura dell’assenza di “interesse culturale dell’edificio ex carceri”. Talmente sicura da fissare (fortunatamente al condizionale) la fine lavori per il 31 dicembre 2015!

Come ormai consuetudine passa qualche anno e nel maggio 2016 la Giunta delibera l’approvazione del … progetto preliminare per il Nuovo Polo giudiziario praticamente dimezzando l’impegno economico (60 milioni).

A fine 2017 sembra che tutto sia ancora fermo, tanto che il dirigente dell’Agenzia per le Opere pubbliche afferma in TV che il progetto è “sviluppato per il momento a livello preliminare”. L’ipotesi è che serviranno sei anni di lavoro ma non è dato sapere a partire da quando.

Niente male per un’opera che avrebbe dovuto essere terminata il 31 dicembre 2015!

Alcune immagini del rendering realizzato da Studio Nicolin (FONTE)

DETTAGLI DELL’INIZIATIVA

Segui l’iter dell’interrogazione dal sito della Provincia >>> cliccando qui <<<
Leggi la notizia sul sito ufficiale del Movimento 5 Stelle >>> cliccando qui <<<
Scarica il testo dell’interrogazione n. 5237/XV >>> cliccando qui <<<
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: