Rovereto: l’ospedale tuttofare

ospedale rovereto

Quotidiani trentini e veneti hanno dato notizia di una convenzione fra Veneto e Provincia Autonoma di Trento che garantirà il trasferimento dei pazienti in urgenza dall’ospedale di Malcesine a quello di Rovereto. In aggiunta a ciò, i malati non urgenti in regime ambulatoriale potranno riferirsi all’ambulatorio traumatologico dell’ospedale di Arco oltre all’U.O. di Ortopedia e Traumatologia dell’ospedale di Rovereto.

Tale accordo comporterà la messa in crisi dei servizi ospedalieri roveretani già oberati per l’elevato numero di prestazioni, per l’incremento delle attività chirurgiche e di consulenza ortopediche presso l’ospedale di Arco, unitamente alla mancata sostituzione di diversi operatori sanitari medici e paramedici.

Abbiamo presentato un’interrogazione perchè riteniamo che sia irresponsabile immaginare l’operatività della convenzione prima ancora di sapere quale sarà presumibilmente il numero di pazienti trasferiti in regime d’urgenza (basti considerare la mole di turisti nel periodo primavera-estate).

Tra i nostri quesiti, chiediamo se sia stato predisposto un piano di intervento finalizzato al potenziamento dell’ospedale roveretano in termini di assunzioni di personale medico e paramedico, adeguamento degli strumenti tecnico-operativi e adeguamento strutturale). Chiediamo altresì se sia stato quantificato l’aumento della spesa sanitaria pro capite conseguente al trasferimento in regime di urgenza-emergenza e non di elezione, di pazienti da fuori provincia.


DETTAGLI DELL’INIZIATIVA

Segui l’iter dell’interrogazione dal sito della Provincia >>> cliccando qui <<<
Leggi la notizia sul sito ufficiale del Movimento 5 Stelle >>> cliccando qui <<<
Scarica il testo dell’interrogazione n. 5343/XV >>> cliccando qui <<<
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: